Autosorveglianza e diagnostica permanente

  • TIPI DI APPLICAZIONI
  • SOLUZIONI PROPOSTE

La gestione delle acque piovane, sfida importante per la prevenzione delle inondazioni e la tutela dell'ambiente, richiede una sorveglianza continua delle reti di raccolta delle acque reflue. L'urbanizzazione e la cementificazione riducono la capacità del terreno di ricevere le acque piovane. Nei centri urbani, i volumi di acqua di ruscellamento aumentano significativamente durante le forti piogge. Le reti di acque reflue non hanno le dimensioni adatte per assorbire tali quantità di acqua. Senza obblighi di raccolta e trattamento delle acque piovane, i gestori hanno la responsabilità di rispettare le esigenze di autosorveglianza e di effettuare una diagnostica permanente delle reti di acque reflue per controllare e monitorare i volumi di acque riversati nell'ambiente.

 

Data logger compatibili con tutta la strumentazione della rete

I data logger SOFREL LT e LT-US sono compatibili con la maggior parte degli strumenti di misura presenti nelle reti idriche. Misurano l'altezza/la velocità degli effluenti. Le tabelle di conversione caricate negli LT permettono di effettuare una stima precisa della portata e dei volumi di acqua che transitano nelle condotte.

 

Rispondere ai requisiti di autosorveglianza regolamentare

Viene prestata particolare attenzione agli scolmatori di pioggia in occasione di precipitazioni molto intense. Gli LT sorvegliano gli scolmatori di pioggia per determinare i tempi e il numero di tracimazioni (superamento di una soglia di altezza o rilevamento di umidità mediante un sensore di tracimazione). Dal momento in cui viene rilevata una tracimazione, il processo di accelerazione delle misurazioni si attiva automaticamente. I data logger effettuano calcoli delle portate e redigono bilanci giornalieri del volume di acqua riversato nell'ambiente. Se la portata supera una certa soglia, è possibile inviare un allarme al tecnico di turno e al PC di controllo. Tutti i dati relativi all'autosorveglianza vengono trasmessi quotidianamente per alimentare i registri di autosorveglianza.

I data logger permettono quindi di:

  • Rilevare le tracimazioni negli scolmatori di pioggia
  • Eseguire un calcolo giornaliero del numero di tracimazioni e della loro durata
  • Calcolare le portate e i volumi riversati
  • Eseguire dei prelievi di effluenti per avere una stima della carica inquinante

Diagnostica permanente della rete

La strumentazione dei punti strategici della rete, la sorveglianza continua e il feedback delle informazioni dai data logger LT permettono di eseguire una vera e propria diagnostica permanente volta a:

  • Verificare il corretto funzionamento della rete
  • Prevedere l'andamento dei carichi
  • Misurare gli apporti dei comuni limitrofi
  • Affrontare meglio le problematiche dei rifiuti industriali nella rete
  • Rilevare le infiltrazioni parassite (ECP)

 

Data logger SOFREL LT-42

• Rilevamento di tracimazioni
• Misura delle altezze tramite una sonda esterna
• Misura della velocità
• Calcolo delle portate e dei volumi degli effluenti
• Controllo campionatore autonomo

4 DI e 2 AI

 

 

Data loggers SOFREL LT-US e LT-US ATEX *

• Rilevamento di tracimazioni
• Misura delle altezze tramite la sonda US interna
• Misura della velocità
• Calcolo delle portate e dei volumi degli effluenti
• Controllo campionatore autonomo

4 DI e 2 AI + 1 sonda US
 

* Versione ATEX per implementazione in un ambiente potenzialmente esplosivo.