LACROIX Sofrel

Smart Water

MM Spa è una società pubblica d’ingegneria appartenente alla municipalità di Milano. Rinomata a livello internazionale, MM opera nel campo della concezione e modernizzazione degli ecosistemi urbani. In origine, nel 1955, la società fu fondata dalla municipalità di Milano per progettare e costruire le prime linee di metropolitana della città. Da allora, ha partecipato alla realizzazione e alla gestione delle più grandi infrastrutture della città lombarda.

In tale veste, la società gestisce tutto il ciclo dell’acqua di Milano. Per l’acqua potabile, MM gestisce le stazioni di produzione e la rete di approvvigionamento in acqua che serve 2 milioni di utenti. Per quanto concerne le acque reflue, la società gestisce i 1 500 km della rete di drenaggio dei corsi d’acqua, il sistema di raccolta delle acque reflue e le tre stazioni di depurazione cittadine. Ogni anno, 290 milioni di metri cubi d’acqua si riversano nella rete fognaria, richiedendo un monitoraggio permanente.

MM s’impegna per la difesa idraulica della città

A causa della sua ubicazione geografica, Milano è esposta a rischi di esondazione particolarmente elevati. Il letto del torrente Seveso s’interrompe nel cuore della città e deve imboccare dei canali sotterranei per poter continuare a scorrere. In caso di forti piogge, le quantità d’acqua da drenare sono quindi molto importanti. La città deve allora poter contare su un sistema di smaltimento efficace e monitorato in permanenza, al fine di evitare le esondazioni in superficie e allertare, se del caso, gli staff della protezione civile idraulica. Consapevole delle sfide importanti da affrontare, Milano fa parte del programma “100 città resilienti” avviato dalla Fondazione Rockefeller.

La necessità di convertire la rete fognaria storica in rete intelligente e connessa

La rete fognaria milanese è molto estesa ed è telegestita per mezzo di 350 data logger SOFREL LT-US che monitorano in permanenza flussi e livelli dell’acqua e allertano in caso di problemi critici all’interno del sistema di raccolta. I dati sono regolarmente inviati al server Internet SOFREL WEB LS, il quale centralizza le informazioni di tutti i data logger e permette di analizzare il comportamento della rete.

Lavoriamo per convertire tutte le nostre reti, acquedotti e fogne in reti intelligenti. Sono capaci di realizzare un’autodiagnosi e di fornire dati di gestione 24 ore su 24. Grazie ai sistemi di allerta, è possibile anticipare gli eventuali problemi.

 

Andrea Aliscioni
Direttore Divisione Servizio Idrico

Testimonianza

Fabio Marelli
Direttore Acquedotto e Fognatura

Antonio Romeo
Programmazione Divisione Servizio Idrico

Fernando Castelluci
Responsabile Esercizio Impianti e Telecontrollo

  • Che cosa vi apportano i data logger che avete dispiegato all’interno della vostra rete di acque reflue?

    Interview A Romeo
    AR :

    I registratori di dati LT-US sono muniti di sensori a ultrasuoni per la misurazione del livello dell’acqua. Trasmettono automaticamente i dati registrati a un server remoto. Ci permettono di ottenere in diretta i dati registrati relativi ai flussi in entrata nella rete fognaria.

    Interview F Marelli
    FM :

    Possiamo monitorare i flussi in uscita delle utenze più importanti, come il Castello Sforzesco, e l’apporto delle utenze vicine, tenendo al contempo sotto controllo i livelli dei canali.

    Interview A Romeo
    AR :

    I dati trasmessi al server remoto WEB LS sono analizzati per stabilire un rapporto idrico dei vari quartieri della rete di purificazione milanese. Possiamo anche verificare i flussi anormali, gli scarichi illegali od ogni altra situazione anomala.

  • Cosa potete dirci sull’uso che fate della piattaforma WEB LS ?

    Interview F Castelluci
    FC :

    Grazie ai punti di riferimento sulla carta, visualizziamo rapidamente l’insieme dei data logger. Basta cliccare su un data logger per consultare varie informazioni, come temperatura interna, livello d’acqua nel collettore e portata in m3/ora.
    I dati sono registrati sul server ed è in seguito possibile realizzare bilanci quotidiani, settimanali, mensili o trimestrali.

  • La città di Milano fa parte delle 100 città resilienti implicate nel progetto della Fondazione Rockefeller. Il sistema fognario è interessato ?

    Interview A Romeo
    AR :

    La resilienza si applica anche alla rete fognaria, per la sua capacità di resistere a eventi stressanti, come acquazzoni improvvisi o variazioni del flusso.

    Il progetto d’installazione di 350 punti di misurazione rende intelligente e tecnologicamente evoluto il monitoraggio della portata delle fogne. Questo ci permette d’interagire rapidamente e di verificare i flussi in direzione delle varie stazioni di depurazione, in modo che allarmi preliminari possano essere emessi.

Guarda il video